Il tempo dei semi

L’inverno è il tempo del seme. Anche in Appennino sotto terra, sotto traccia, ci sono tanti semi che stanno elaborando il loro progetto. L’acqua, la neve, perfino i terremoti, aiuteranno i semi. Forse selezioneranno i più resistenti, ma li faranno germogliare. Così, in questi giorni prossimi all’inverno, nelle valli intorno e dentro la grande catena [...]

Annunci

I monti dove si perde il tempo

Ecco, arrivati qui, sulla cima dei nostri monti, nello spazio sacro dove gli antenati costruirono un tempio di pietra bianca, arrivati qui sembra di stare in un altro mondo. Tra terra e cielo. E ti viene in mente che una volta un antropologo, esploratore, Giuseppe Tucci, uno che andava spesso in Tibet e in Nepal, [...]

Non avete ancora conquistato l’Appennino (Sulla pienezza del margine)

I margini possono stare agli estremi, oppure al centro. Il margine nel mondo attuale – globale e senza centro - non ha dunque luogo preciso. Per questo essere marginali, può voler dire, semplicemente, non essere omologati. L’Appennino, spina dorsale del nostro Paese, con i suoi borghi spopolati, le sue terre alte, non più luoghi di [...]

Un anno senza Sant’Eutizio

Non c'è nulla che restituisca il senso del sacro così come un bosco, o la vetta di una montagna. I boschi, le faggete in particolare contribuiscono a creare in chi le percorre uno stato d'animo speciale. C’è poi una straordinaria continuità tra le sensazioni provate lungo i sentieri nei boschi e quelle avvertite dentro le [...]

Il mare in montagna e il segreto del lago vecchio

I sentieri sono fatti di terra e di pietre. Difficile pensare all’acqua quando si cammina qui. Eppure se giri sui monti Martani, al centro dell’Umbria ben lontano dal mare, dovunque ti volti hai a che fare con l’acqua. Anche in cima c’è acqua sotto i tuoi piedi che scorre abbondante nelle cavità carsiche e riemerge in sorgenti dai nomi famosi: Sangemini, [...]

Tornare sui Sibillini: una rete di sentieri e di idee

Mettiamola così: da una parte ci sono i Monti Azzurri, i Sibillini del terremoto devastante e della bellezza assoluta. Dall’altra parte c’è una città che negli ultimi cent’anni ha spesso dimenticato di stare ai piedi dell’Appennino, di esserne parte, al termine di una valle bellissima, la Valnerina. In mezzo c’è un fiume straordinario che nasce [...]