La forza del piantamaggio

Perché si fa? Perché si è sempre fatto! Non c’è nulla di più profondo delle radici di un albero senza radici. L’albero del maggio, l’albero del piantamaggio, usanza arcaica ancora oggi ripetuta e vissuta ogni 30 aprile da Preci a Ancarano in tutta la Val Castoriana, valle affluente della Valnerina, che la collega con il [...]

Annunci

Il terremoto, i bambini e un arcobaleno

Quest'articolo è di Sara Andreoni, che la scorsa settimana ha dato il via a Campi di Norcia a un laboratorio con i bambini d'Appennino. E ha saputo ascoltarli... I bambini ci insegnano che le storie possono essere narrate in tantissimi modi; a volte, per comprenderle fino in fondo, dobbiamo tendere l’orecchio, esercitare l’ascolto delle parole [...]

Se cammini il terremoto resta indietro

Passato un anno le disgrazie come il terremoto non si celebrano e non si giudicano. Semmai si lavora, come sempre, si piange e si prova a sorridere, si suda e si prega. S’impreca e si spera. Come sempre. E chi non è capace di fare queste cose, semmai, le racconta. Racconta quello che vede e [...]

Un anno senza Sant’Eutizio

Non c'è nulla che restituisca il senso del sacro così come un bosco, o la vetta di una montagna. I boschi, le faggete in particolare contribuiscono a creare in chi le percorre uno stato d'animo speciale. C’è poi una straordinaria continuità tra le sensazioni provate lungo i sentieri nei boschi e quelle avvertite dentro le [...]

Veniamo giù dai Sibillini

Un viaggio a piedi in Valnerina, dalle terre del terremoto a Terni